Il Piemonte terra che ospita il nervoso e per questo rispettato Nebbiolo capace di produrre vini esplosivi ed eleganti oltre che tipologie differenti che vanno dal Dolcetto in tutte le sue declinazioni al fresco Arneis e al dolce e spumeggiante Moscato d’Asti.

Seguendo le Zone Vitivinicole sarà più semplice ricordare le ben 19 DOCG e le DOC più importanti.

Per produzione e pratiche colturali si possono individuare 5 ZONE VITIVINICOLE come indicato in CARTINA:

blank

 

1 Zona Pedemontana tra Saluzzo e Torino che comunque ospita il Nebbiolo, che però è più un nebbiolo di montagna essendo posizionato verso la Valle d’Aosta.

In questa zona troviamo la DOCG Erbaluce di Caluso in versione bianco, fermo, spumante e passito, la DOC Carema (Nebbiolo di Montagna), la DOC Colline Saluzzesi con 100% Pelaverga e le sue note speziate oltre che ciliegia e lampone.

2 Monferrato diviso in
– Monferrato Astigiano con le DOCG Barbera del Monferrato Superiore e Barbera d’Asti da Barbera per l’85%, più Freisa, Grignolino e Dolcetto, DOCG Moscato d’Asti dolce Martinotti, DOCG Canelli o Moscato di Canelli, DOCG Nizza da Barbera, DOCG Ruchè di Castagnole Monferrato

– Monferrato Superiore dove troviamo l’aromatico e brioso Brachetto nella DOCG Brachetto d’Acqui, oltre che il Dolcetto in varie coniugazioni che trova la DOCG nel Dolcetto di Ovada Superiore e la DOCG Gavi o Cortese di Gavi, da Cortese che da vita a vini freschi, sapidi, che può essere addirittura declinato nel metodo classico

3 Il Roero con la DOCG Roero da Nebbiolo in versione rossa e Arneis in Bianco. DOCG Terre Alfieri che comprende 7 comuni in provincia di Asti, 4 in provincia di Cuneo, appartenenti alla Comunità collinare del Roero con 22 comuni.  Nella denominazione Terre Alfieri DOCG sono compresi come vini, l’Arneis, l’Arneis superiore, Il Nebbiolo, il Nebbiolo Superiore e il Nebbiolo Superiore riserva.

4 Le langhe dal paesaggio mozzafiato,dotato di distese verdi morbide e rotonde con suoli argillosi ed escursioni termiche che permettono al difficilmente domabile Nebbiolo di esprimersi con versioni esaltanti di DOCG Barolo e Barbaresco, genera briose bolle Metodo Classico nella DOCG Alta Langa e le versioni con maggiore ricchezza olfattiva e complessità strutturale DOCG Dolcetto di Dogliani e DOCG Dolcetto di Diano d’Alba

5 L’Alto Piemonte con un’altra identità del Nebbiolo, manifestata nelle DOCG Ghemme e Gattinara che presentano in percentuali diverse anche Vespolina e Uva Rara.
blank
In base al PEDOCLIMA individuiamo
Zona tra Vercelli e Novara  con escursioni termiche e terreni acidi ricchi di minerali che offrono vini di particolare finezza olfattiva e netta sapidità (Ghemme e Gattinara)
Le Langhe con suoli compatti, marnosi, anche con presenza di gesso e argille che determinano vini con importante trama tannica e complessi con elevato impatto balsamico.
Il Roero con poche piogge, terreni sabbiosi che conferiscono ai vini maggiore immediatezza olfattiva e ottimo impatto balsamico.
Il Canavese  di origine morenica, derivati da sfaldamento ghiacciai, ricchi di mineralità che ritroviamo nei vini come ad esempio l’Erbaluce di Caluso.
presenta terreni sabbiosi e scuri, calcarei e alcalini che determinano vini con intensi sentori fruttatidal paesaggio mozzafiato,dotato di distese verdi morbide e rotonde con suoli argillosi ed escursioni termiche che permettono al difficilmente domabile Nebbiolo di esprimersi con versioni esaltanti di Barolo e Barbaresco
L’Alto Piemonte con un’altra identità del Nebbiolo in questo caso denominato Chiavennasca, manifestata nelle DOC Ghemme e Gattinara

Riepilogando I VITIGNI PIU’ IMPORTANTI:

Tra i ROSSI:
– Barbera
– Dolcetto
– Nebbiolo
– Freisa
– Brachetto
– Grignolino
– Ruchè
– Vespolina
– Uva rara
Tra i BIANCHI:
– Erbaluce di Caluso
– Cortese di Gavi
– Arneis
– Moscato Bianco
Tra gli INTERNAZIONALI
– Pinot nero
– Chardonnay
i principali sistemi di allevamento sono:
il Guyot, mentrenel Canavese per l’Erbaluce e a Carema per il Nebbiolo resiste la pergola

RICORDIAMO VELOCEMENTE LE DOCG

19 DOCG
1.DOCG Erbaluce di Caluso
2.DOCG Barbera del Monferrato Superiore
3.DOCG Barbera d’Asti
4.DOCG Asti o Moscato d’Asti
5.DOCG Nizza
6.DOCG Ruchè di Castagnole Monferrato
7.DOCG Brachetto d’Acqui
8.DOCG Dolcetto di Ovada Superiore o Ovada
9.DOCG Gavi o Cortese di Gavi
10.DOCG Roero
11.DOCG Barolo
12.DOCG Barbaresco
13.DOCG Alta Langa
14.DOCG Dolcetto di Dogliani
15.DOCG Dolcetto di Diano D’Alba
16.DOCG Ghemme
17.DOCG Gattinara

18.DOCG Canelli

19.DOCG Terre Alfieri

Questo è il Piemonte con i suoi vini rappresentativi di una terra, vini della memoria, vini da conservare, da bere quotidianamente o in momenti particolari, da assaporare, perdersi nel calice come ci si perde nella vastità verde della regione.

Lascia il tuo commento
blank

I Vini e i Vigneti del Piemonte

Consigliati da Viniferare
Consigliati da Viniferare